Dalla parte di chi?

Rimaniamo sgomenti ed indignati dalle prese di posizione e dai commenti di diversi esponenti della Lega Nord sul tema dell’accoglienza dei richiedenti asilo nel nostro comune.

La gestione nel nostro territorio funziona e ad oggi non ha recato particolari problemi alla cittadinanza e alle strutture incaricate.

Il Carroccio è già in campagna elettorale e sta lavorando come sa fare meglio: alzare polveroni e metterla in caciara senza offrire soluzioni praticabili. La trasmissione di ieri sera “Dalla vostra parte” lo ha dimostrato bene, peccato che a farne le spese sarà l’immagine della nostra città, sfruttata ancora una volta per portare acqua al mulino della Lega Nord faentina.

L’ASP svolge la funzione di ente di riferimento per la Prefettura in tutto il territorio della Romagna Faentina , adoperandosi affinchè il sistema dell’ accoglienza e le quote dei migranti siano ben coordinate e distribuite in forma omogena sul territorio. Questo, a differenza di altri territori italiani, ha evitato tensioni sociali con i residenti e ha permesso di avviare percorsi di integrazione molto apprezzati dai cittadini, come il volontariato per la cura delle aree verdi della città e la pulizia delle vie centro urbano.

Nonostante vi siano grosse falle a livello europeo nella gestione dell’accoglienza dei richiedenti asilo, segnalate già da molto tempo anche dal PD nazionale nelle opportune sedi europee, non vogliamo comunque rinunciare all’approccio costruttivo nella gestione dei problemi della città e tantomeno ai valori e ai principi che ci contraddistinguono, per risolvere e attenuare fenomeni altamente complessi come le migrazioni forzate.

E’ quantomai preoccupante il comportamento della Lega Nord, che 18 mesi fa asseriva di essere capace di governare una città, e su questo tema ha dato dimostrazione di grande pochezza e di una totale nullità di percorsi alternativi costruttivi e propositivi. Dagli esponenti del maggiore partito di opposizione faentino che tra l’altro trova anche espressione in Consiglio Regionale, ci si sarebbero aspettate proposte e soluzioni costruttive e concrete rispetto ad azioni che a detta loro sono totalmente errate.

Gli esponenti del carroccio hanno scelto ancora una volta il risalto e l’eco delle tv nazionali, non risolvendo minimamente il problema da loro sollevato, e dando idea di uno spaccato dei faentini che non risponde al vero, hanno perso un’occasione. Prendiamo nuovamente atto della loro mancanza di proposta e andiamo avanti.

FacebookTwitterGoogle+Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *