Siglato il Patto per lo Sviluppo del territorio

Siglato il Patto per lo Sviluppo del territorio della Romagna Faentina, fatto un grande passo avanti nella progettazione del futuro socioeconomico del Comprensorio.

Nonostante la crisi economica attuale sia di natura congiunturale, venga da lontano e gli strumenti in capo ad un’amministrazione locale per attenuarla siano limitati, come partito di maggioranza non abbiamo paura di prenderci la responsabilità del fare e vogliamo fare tutto il possibile per migliorare la nostra comunità.

Il Patto nasce dal lavoro di analisi delle dinamiche economiche e del mercato del lavoro nell’area della Romagna Faentina, approfondito e curato grazie al grande contributo delle associazioni di categoria e dei sindacati, a partire dai lavori preparatori alla Conferenza economica svoltasi a giugno 2016 nel complesso Ex Salesiani.

Le proposte emerse dalla Conferenza sono state poi arricchite dal confronto tra le forze politiche in un Consiglio Comunale straordinario nel settembre scorso.

L,ambizioso obiettivo del Patto, oltre a definire le strategie per una nuova politica di crescita più inclusiva, innovativa e sostenibile, è quello di preparare strumenti e azioni concreti per stimolare la produttività e l’occupazione nel territorio.

Possiamo dirlo senza timori di smentita: nonostante il momento storico, il nostro territorio presenta ancora grandi potenzialità, soprattutto nell’ambito dell’innovazione, del turismo, dei nuovi materiali e della produzione.

Il “Welcome Kit”, un contenitore di strumenti e misure concrete pensato per le imprese che intendono investire sul futuro della Romagna Faentina, è una parte integrante del Patto che ne rappresenta la sua incisività e concretezza, sul quale vogliamo scommettere e lavorare per accompagnare la ripresa economica.

Siamo contenti di questo accordo? Si! Ci accontentiamo? No! vogliamo fare di più.

Una città in cammino non si accontenta mai, ma cerca ogni giorno di migliorarsi e di svegliarsi più bella di prima.

Il Patto è un punto di ripartenza al quale guardiamo con fiducia e ottimismo, sul quale vigileremo affinchè le azioni e gli obiettivi concordati non rimangano un semplice punto-elenco, ma fatti concreti che influiscano sul benessere della nostra comunità.

FacebookTwitterGoogle+Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *